xmlns:og='http://ogp.me/ns#' Non di solo pane...: May 2016

Monday, May 30, 2016

PIADINA SFOGLIATA CON ESUBERO LIEVITO MADRE

La piadina romagnola è una delle più famose specialità romagnole, si tratta di una sfoglia sottile fatta di farina, strutto (o olio di oliva), sale e acqua di forma tondeggiante che tradizionalmente veniva cotta su un piatto di terracotta o metallico posto direttamente sulla brace che poi viene servita da sola per accompagnare i piatti o farcita secondo il gusto personale.
Per anni ho preparato la piadina omettendo il lievito, come sembra, tradizione voglia ma da quando uso il lievito madre preparo questa ricetta e il risultato e' decisamente migliore. 
La piadina resta piu' morbida, non secca in cottura e sembra persino piu' saporita.




Gr.   50 esubero Lievito a coltura liquida

Gr. 450 farina di tipo 1
Ml.   30 olio d'oliva
Ml. 200 acqua
Gr.   10 sale
Olio d'oliva o burro  per la sfogliatura.



Si puo' procedere con la ricetta senza aggiungere lievito.
Con pasta madre solida metterne Gr. 30 e lasciare inviariato il resto degli ingredienti. 

Nella planetaria impastare l’esubero con l’acqua e aggiungere la farina setacciata, il sale, l’olio fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. 


Pesare l’impasto e dividerlo in palline di circa 60 grammi ciascuna. 

Pirlare ogni pallina e lasciarle riposare mezz’oretta coperte con pellicola trasparente.
 
Prendere ogni pallina e stenderla bella sottile, passare la superficie con olio, arrotolare a cilindro e arrotolare il cilindro dando alla pasta la forma di una chiocciola.




Lasciare riposare per 10 minuti e stendere poi la chiocciola molto sottile dando la forma rotonda della piadina. 


Stendere la piadina in una pentola antiaderente molto calda  e lasciare cuocere per un paio di minuti per parte.

Imbottire a piacere.

N.B. Le piadine possono essere preparate, cotte e messe in freezer e prelevate all'occorrenza.

MODELLO SIMONETTA







Maglioncino in pura lana azzurro lavorato a ferri con trecce sulle maniche e sul davanti, grande collo ad anello, manica lunga.

Pantaloni skinny al polpaccio in jersey di cotone azzurro elasticizzato 

Scaldamuscoli in pura lana marrone lavorati a ferri a punto coste 1/1

Poncho in puro cotone boucle' nel colore azzurro melange con fascia avorio e marrone lavorato a uncinetto a maglie basse.

Borsa a tracolla in feltro marrone

Orecchini dorati ad anello

CROCCHETTE RISO E PATATE

Crocchette di riso e patate ripiene di zucchine, tacchino affumicato e scamorza.
Morbide, saporite e sfiziosissime!



Gr. 200 riso
2 patate lesse
1 uovo
Gr. 100  formaggio grattugiato
Gr.   50 scamorza
Gr.   50 tacchino affumicato
1 zucchino
1 pizzico di noce moscata
sale e pepe

per impanare
1 uovo con un po' di latte
farina bianca
pane grattugiato

olio per friggere

Lessare le patate, schiacciarle con lo schiacciapatate e lasciarle raffreddare
Bollire il riso, scolarlo e lasciarlo raffreddare.
Tagliare lo zucchino a dadini e farlo saltare in padella con un pochino di olio, per cinque minuti, salare e lasciare raffreddare.

In una ciotola unire le patate, il riso, il formaggio grattugiato, sale e pepe e noce moscata.

Amalgamare bene.

Unire lo zucchino, il tacchino tagliato a listarelle sottili, e la provola tagliata a dadini.

Divisere l'impasto in tante palline; stenderle sul palmo della mano inserire una piccola quantita' di ripieno e sigillare bene dando la forma ovale o rotonda.

Passare la crocchetta nella farina bianca, nell'uovo sbattuto misto a a latte e infine nel pane grattugiato.

Tuffare nell'olio caldo per un paio di minuti, fino a doratura.

Lasciar scolare su foglio assorbente e servire calde.



N.B. il ripieno puo' essere variato a piacere.


POLPETTE RICOTTA E PATATE

Le polpette sono sempre gradite da grandi e piccini. In questa versione ho usato la ricotta fresca fatta in casa che dona morbidezza a queste piccole bonta'.



Gr. 200 ricotta fresca
Gr. 200 patate lesse
2 uova intere
1 ciuffo di prezzemolo
sale e pepe q.b.
Pane grattuggiato q.b.
Olio per friggere

In una ciotola mettere le patate schiacciate con lo schiacciapatate, la ricotta fresca, le uova sbattute leggermente con una forchetta, il prezzemolo tritato finemente, sale e pepe q.b. e mescolare bene amalgamando tutti gli ingredienti. 


Raccogliere il composto a cucchiaiate formando delle palline che si faranno rotolare nel pane grattugiato. 

Schiacciarle al centro dandole la forma di una polpettina. 

Tuffarle per un minuto in olio bollente e lasciarle sgocciolare su carta assorbente. 

Servire subito.

Sunday, May 29, 2016

MODELLO CONCETTA







Vestaglia lunga con corpino in pizzo macrame' rosso fuoco, spalline macrame', gonna arricciata in vita, in chiffon di seta, chiusa con nastrino in raso rossa in tinta.

Camicia da notte lunga con corpino in pizzo macrame' rosso fuoco, spalline in cordoncino rosso, gonna  arricciata in vita, allacciata dietro con bottoncini automatici.

Fascia per capelli in pizzo macrame' traforato color rosso fuoco.

RAVIOLI AGLI ASPARAGI

Maggio e' la stagione degli asparagi e questa ricetta permette di raccogliere tutto il sapore di questo ortaggio dal sapore particolare e delicato.


Sfoglia:
Gr. 400 farina tipo 1
Gr.   20 burro temperatura ambiente
1 uovo intero
mezzo bicchiere di latte
un cucchiaino raso di sale


Per il ripieno:
gr.500 asparagi
gr.150 ricotta
1 cipollina
parmigiano grattuggiato a piacere
olio d'oliva e sale e pepe q.b.

Pulire gli asparagi dalla parte bianca e dura, lavarli e tagliarli a rondelle sottili lasciando intere le punte.


Tritare la cipollina e metterla a stufare con gli asparagi con un goccio di olio in un tegame con coperchio.


Salare e quando saranno ben cotti toglierli dal fuoco, frullarli e unirli poi alla ricotta.


Aggiungere un po' di pepe e dopo aver preparato la pasta dei ravioli, tagliarli con un coppapasta rotondo.


Aggiungere una pallina di ripieno.


Sigillarli bene e tuffarli in acqua bollente salata.


A cottura ultimana scolarli delicatamente con una schiumarola.

Nel frattempo  saltare in padella le punte degli asparagi con un po' di burro.


Unire le punte ai ravioli e aggiungere del parmigiano grattuggiato.


Servire subito.

Friday, May 27, 2016

BISCOTTINI CRAQUELE' AL PROFUMO D'ARANCIA

Morbidi, profumatissimi, questi biscottini si sciolgono in bocca. Adatti per essere tuffati nel caffe e latte o per accompagnare una tazza di te o di caffe'.

Biscottini Craquele' di semola al profumo d'arancia, canditi all'arancia e mandorle





Gr. 200 semolino
Gr. 200 semola rimacinata
Gr. 130 zucchero semolato
Ml. 40 olio evo
2 uova intere
Gr. 10 lievito per dolci
Gr. 5 cremor tartaro
Gr. 20 canditi all'arancia tagliati sottili
Gr. 20 mandorle a lamelle
1 cucchiaino di essenza di fiori d'arancio
1 cucchiaino di vanillina
1 pizzico di sale
zucchero a velo q.b.


Montare a spuma le uova con lo zucchero, aggiungere a filo l'olio continuando a montare; incorporare le farine, la vanillina, il sale e il lievito mescolato al cremor tartaro e l'essenza ai fiori d'arancio.


Mescolare bene con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un impasto compatto. 

Aggiungere i canditi, le mandorle e quando tutto sara' amalgamato riporre l'impasto nel frigorifero per un'oretta. 

Riprendere l'impasto e formare delle palline grndi come una noce e passarle bene nello zucchero a velo schiacciandole, formando i biscotti.

Adagiarli sulla placca del forno ricoperta di carta forno, ben distanziati e infornare a 180º per circa 15 minuti.

I biscotti non dovranno scurirsi e dovranno essere tolti dal forno ancora morbidi.

Saranno pronti quando inizieranno a formarsi delle piccole crepe sulla superficie.

Lasciarli raffreddare sulla placca del forno per 5 minuti e adagiarli poi sulla gratella lasciandoli raffreddare completamente.




Wednesday, May 25, 2016

BIBANESI CON ESUBERO DI LIEVITO MADRE

Bibanesi, buoni, croccanti, friabili….uno via l’altro, da sgranocchiare al bisogno da soli o accompagnati con formaggi o salumi.





Gr. 100 esubero di lievito a coltura liquida
Ml. 340 acqua tiepida
Gr. 550 farina tipo bianca tipo 1
Ml. 75 olio d'oliva

Gr. 10 sale
Gr. 30 semi di sesamo


con pasta madre solida, esubero, Gr. 150, Farina Gr. 500, resto ingredienti invariato)
(lievito di birra fresco Gr. 5, resto ingredienti invariato)
(lievito di birra secco Gr. 2, resto degli ingredienti invariato).
NB. il procedimento con lievito di birra fresco o secco, richiede un poolish di 1 ora:
Sciogliere il lievito di birra in Ml.100 di acqua, mescolare con le mani con gr. 100 di farina e lasciare riposare coperto da pellicola trasparente. Trascorsa l’ora di lievitazione aggiungere al resto degli ingredienti seguendo la ricetta

Nella ciotola della planetaria sciogliere il lievito con l’acqua, aggiungere la farina setacciata e miscelare bene con la foglia per un paio di minuti.


Aggiungere a filo l’olio d'oliva, il sale e incordare. 

Aggiungere i semi di sesamo e con il gancio mescolare all’impasto i semi di sesamo.

Ribaltare l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e coprirlo con ciotola a campana per venti minuti.

Riprendere l’impasto e fare le pieghe del tipo 1 e lasciare riposare ancora 20 minuti.

Pirlare l'impasto e riporlo in una ciotola leggermente unta d’olio, coprire con pellicola trasparente e lasciare lievitare fino al raddoppio, circa 6 ore.


Trascorso il tempo di lievitazione ribaltare l’impasto sul piano di lavoro, sgonfiarlo e dividerlo in tre parti formando con ogni parte dei lunghi cilindretti che andranno tagliati a distanza di circa due centimetri l’uno dall’altro. 


Trasferirli sulla placca del forno coperta da carta forno lasciando grande spazio fra uno e l’altro per la seconda lievitazione.

Lasciar lievitare ancora per un paio d’ore e quando saranno belli gonfi passarli con dell’olio d’oliva e infornare a 180º per 30 minuti, a doratura.



TORTA SALATA ZUCCHINE, CIPOLLE ROSSE E PROVOLA

Una torta salata con una frolla leggera, senza burro ne' uova, ripiena di verdure e formaggio.


Per la pasta brise’
Gr. 400 farina tipo 2
Ml. 70 olio evo molto freddo
Ml. 70 acqua ghiacciata
sale q.b.

Per il ripieno
2 zucchine
2 cipolle rosse
Gr. 100 provola
sale e olio q.b.

semini di sesamo e un goccio di latte per guarnire

Pesare olio e acqua e metterli separatamente in frigorifero per un’ora prima di iniziare ad impastare.


In una ciotola mettere la farina setacciata, aggiungere l'acqua e impastare con una forchetta e aggiungere piano piano l’olio e impastare fino ad ottenere un impasto molto elastico e liscio; mettere il panetto in frigorifero per un’oretta.


Preparare il ripieno tagliando la cipolla a fettine sottili, le zucchine e il formaggio a cubetti.


Mettere un po’ d’olio in una casseruola e far soffriggere le cipolle qualche minuto, aggiungere le zucchine e lasciare cuocere per una decina di minuti a fuoco vivace, salare e togliere dal fuoco lasciando raffreddare.


Aggiungere il formaggio e mescolare amalgamando bene zucchine, cipolle e formaggio.

Stendere con un mattarello la frolla con spessore di un centimetro e metterla in una tortiera per crostate imburrata o antiaderente. 


Tagliare la pasta in eccesso e aggiungere il ripieno. Ritagliare la pasta in eccesso con un tagliabiscotti a forma di fiore. 

Disporre i fiori sulla superficie della crostata fino a coprirla completamente. 

Spargere qualche semino di sesamo sulla superficie spennellata con un filo di latte.

Infornare a 180º per circa 40 minuti.


Servire calda

Tuesday, May 24, 2016

LO STRACCHINO DELLA DUCHESSA

Un dolce al cucchiaio golosissimo che assomiglia molto al Tiramisu' ma assemblato nello stampo del plumcake. Lo stracchino della Duchessa.


Gr. 500 Mascarpone
Gr. 50 gocce di cioccolato fondente
Gr. 50 mandorle a scaglie
Gr. 80 zucchero
Gr. 20 cacao in polvere
2 uova intere
1 confezione grande di biscotti savoiardi
caffe' freddo zuccherato con un cucchiaio di rum

Mescolare con le fruste i tuorli a meta' zucchero fino ad avere una crema morbida, unire il mascarpone e mescolare fino ad ottenere una crema morbidissima.


Montare gli albumi a neve ben ferma con il restante zucchero e incorporarli con delicatezza al composto.

Dividere la crema in due parti uguali: in una aggiungere le gocce di cioccolato, nell'alra il cacao e le mandorle. mescolare bene.


Preparare del caffe' con la moka e metterlo in una tazza aggiungedo dello zucchero a piacere e un cucchiaio di rum.


Foderare con della carta da forno bagnata e strizzata uno stampo da plum cake e foderare prima il fondo e successivamente i lati con i savoiardi inzuppati nel caffe'.


Versare all'interno meta' della crema al cioccolato, successivamente la crema chiara e per finire la restante crema al cioccolato. 

Sigillare il fondo con i savoiardi inzuppati nel caffe'. 

Mettere in freezer per almeno 3 ore. 

Togliere mezz'ora prima di servire, cospargere di cacao e tagliarlo a fette.

APPLE PIE

Chi non hai mai desiderato copiare la torta di Nonna Papera, quella che viene raffigurata nei giornalini di Topolino?…..la Apple Pie, la torta di mele americana. 

Squisita da sola ma fantastica se accompagnata con del gelato alla vaniglia!















per la frolla:
Gr. 300 farina 00
Gr. 150 burro freddo
Ml. 50 acqua ghiacciata
Gr. 50 uvetta sultanina (facoltativo)
1 pizzico di sale

per il ripieno:
Kg. 1 Mele Red Delicious (vanno bene anche le renette o le golden)
Gr. 60 zucchero di canna
succo di un limone
1 cucchiaio di cannella
1 cucchiaio di farina
1 pizzico di sale.

La sera prima, in una ciotola tagliare le mele a fettine e irrorarle con il succo del limone, aggiungere (l’uvetta se avete deciso di metterla nella ricetta) lo zucchero e la cannella.


Mettere in frigorifero per tutta la notte.


Preparare la pasta frolla mettendo in una ciotola la farina con il sale e aggiungendovi il burro tagliato a tocchetti. Impastare velocemente con le dita fino a che si otterra’ una sorta di “crumble".


Aggiungere l’acqua che avrete lasciato in freezer per qualche minuto e mescolare bene fino ad ottenere una palla compatta. 


Dividerla a meta’ (pesandola) e avvolgere i due impasti nella pellicola trasparente e lasciarli riposare in frigorifero per un’oretta.

Trascorsa l’ora stendere una parte dell’impasto tra due fogli di carta forno e adagiarla in uno stampo per crostate. Ritagliare la pasta lasciando un paio di centimetri in più rispetto al bordo dello stampo (servirà per sigillare la torta). 
Bucherellare il fondo della torta con una forchetta.

Togliere il ripieno dal frigorifero e aggiungere un cucchiaio di farina, mescolare bene e adagiare il ripieno sulla base della torta. 
Coprire con l’altro disco di pasta e sigillare bene i bordi per non far uscire il ripieno. Fare dei taglietti e decorare la superficie della torta a piacere. 
Spennellare la superficie con latte e spolverare con zucchero semolato.

infornare in forno preriscaldato a 180 gradi per 30 minuti e 160 gradi per 15 minuti.

(se la superficie della torta dovesse dorarsi troppo in fretta coprire con foglio di alluminio). 


BISCOTTINI SABLE' VIENNOIS

I Sable' Viennois sono biscottini fatti con la frolla montata, molto piu' morbida della classica, per cui non va stesa con il mattarello ma va usato il sac a poche. Si tratta di biscotti - pasticcini al burro, ottimi serviti con una tazza di te', dalle forme eleganti, dal sapore simile ai danesi, morbidissimi che si sciolgono in bocca e non si finirebbe mai di mangiarli.


Ingredienti

190  g burro morbido
   75 g zucchero a velo
  30 g albume
225 g  farina bianca
scorza grattugiata di limone
1 pizzico di sale

per guarnire

ciligie candite, arancia candita, granella di pistacchi o di mandorle, cioccolato fuso, zucchero a velo


Esecuzione

Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca, unire il sale, la scorza di limone, l'albume e montare ancora un po'. 

Unire infine la farina setacciata  e amalgamare il tutto senza lavorare troppo l'impasto.



Mettere l'impasto in un sac à poche con bocchetta a stella, meglio grande, per non avere difficolta' nella formatura dei biscotti.



Formare i biscotti sulla teglia del forno, rivestita di cara forno,  nella forma desiderata,  cuocere a 180º  per una decina di minuti. 

Tenere controllato la cottura; non devono scurirsi troppo.

Togliere i biscotti dal forno e lasciarli raffreddare.



Decorare a piacere con canditi, cioccolato fuso e granella di frutta secca, zucchero a velo a piacere.



Sunday, May 22, 2016

PANBAULETTO INTEGRALE E FIOCCHI D'AVENA

Panbauletto con farina di tipo 1, farina integrale e fiocchi d'avena, adatto ad essere
gustato morbido o trasformato in croccanti fette biscottate.
...a voi la scelta! 


200   g farina tipo 1 con proteina 12,5
200   g  farina integrale
100   g fiocchi d'avena
  50   g lievito madre liquido rinfrescato
  50   g zucchero di canna
150 ml acqua tiepida
150 ml yogurt naturale
 30   g olio d'oliva
   5   g sale
Latte e zucchero di canna per spennellare la superficie

Per chi utilizza pasta madre solida:
80 g lievito, 370 g farina, resto degli ingredienti invariato.

Per chi utilizza lievito di birra:
fresco: 3 g lievito
secco : 1 g lievito
Il resto degli ingredienti resta invariato.
Per il lievito di birra, mescolare in una ciotolina il lievito con 100 g di farina e 100 g di acqua presi dal totale, mescolare bene fino ad ottenere una sorta di cremina, coprire con pellicola trasparente, praticare un piccolo foro e lasciare riposare per un'oretta. Il poolish sara' pronto quando in superficie si formeranno tante piccole bollicine e al centro si formera' un piccolo cedimento.
Quando il poolish sara' pronto si potra' procedere come da ricetta.

Esecuzione

Nella ciotola della planetaria miscelare con fruste da cucina acqua, yogurt e lievito fino ad ottenere una schiuma in superficie.

Azionare la planetaria con la foglia a bassa velocita', aggiungere poco per volta le farine e i fiocchi d'avena fino a completo assorbimento con i liquidi. 

Aggiungere l'olio a filo, lo zucchero e infine il sale,  lavorare bene  fino ad ottenere un impasto molto morbido ma non appiccicoso.

Ribaltare l'impasto sul piano di lavoro spolverato con poca farina e lasciarlo  riposare per un quarto d'ora, coperto con ciotola a campana.

Fare delle pieghe a libro per due volte ogni 15 minuti.

Rimettere l'impasto in ciotola leggermente oleata, coperta da pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio.

Riprendere l'impasto e stenderlo delicatamente sul piano di lavoro a forma di rettangolo, arrotolarlo su se' stesso e adagiarlo in uno stampo da plumcake foderato con carta forno bagnata e strizzata.

Lasciare lievitare coperto con pellicola, fino a quando l'impasto arrivera' ad un centimetro dal bordo dello stampo.

Infornare a 180º per circa 40 minuti dopo aver spennellato la superficie con latte e spolverato con un poco di zucchero di canna.

Togliere dal forno e lasciare nello stampo per qualche minuto. 

Rimuovere il panbauletto dallo stampo e lasciare raffreddare su gratella.

NB. Per trasformare il panbauletto in fette biscottate, lasciar raffreddare bene il panbauletto, tagliarlo in fette larghe 1 cm e mezzo, mettere le fette sulla gratella del forno e cuocerle a 160º, 10 minuti per parte.


Togliere dal forno e lasciare raffreddare sempre su gratella.




Ricetta inserita nella Rubrica OOFood nel gruppo di Food&Knife