xmlns:og='http://ogp.me/ns#' Non di solo pane...

Friday, December 14, 2018

FOCACCIA DI FARRO AI 3 FARRI INTEGRALE

Sono andata cauta nell'impastare questa focaccia. Una farina che non conoscevo, regalatami con il cuore da una cara amica. La ricetta sulla confezione riportava un'altissima presenza di lievito di birra secco, ben 30 g su 500 g di farina...Quindi ho trattato questa farina come faccio di solito con le farine integrali senza esagerare con l'idratazione, e il risultato e' stato a parer mio superlativo! Una focaccia così non l'ho provata mai! Un interno super soffice, con una crosticina esterna appena croccante, che quando l'addenti fa quel rumore indescrivibile, quel leggero crick che si sente quando si addenta per poi cedere alla morbidezza dell'interno!
Una focaccia rustica, molto profumata e quelle cipolle imbiondite sul fuoco con un poco di olio d'oliva e messe a cuocere in forno hanno dato il tocco magico finale...buona, buona e ancora buona!



Ingredienti per una teglia di circa 35 cm di diametro

500 g di farina di farro ai 3 farri integrale
350 ml acqua tiepida
 50 g lievito madre liquido rinfrescato
  20 ml di olio d'oliva
  10 g di sale
1 cucchiaino di malto d'orzo



Per chi utilizza pasta madre solida: 70 g lievito rinfrescato, 480 g farina, resto degli ingredienti invariato.


Per chi utilizza lievito di birra:
fresco: 3 g lievito
secco : 1 g lievito
Il resto degli ingredienti resta invariato.
Per il lievito di birra, mescolare in una ciotolina il lievito a 100 g di farina e 100 g di acqua presi dal totale, mescolare bene fino ad ottenere una sorta di cremina, coprire con pellicola trasparente, praticare un piccolo foro e lasciare riposare per un paio d'ore. Il poolish sara' pronto quando in superficie si formeranno tante piccole bollicine e al centro si formera' un piccolo cedimento.
Quando il poolish sara' pronto si potra' procedere come da ricetta.


Esecuzione

Nella planetaria sciogliere il lievito con l'acqua e il malto mescolando bene con delle fruste da cucina fino ad ottenere una fitta schiuma in superficie.

Azionare la planetaria con la foglia, aggiungere la farina setacciata e con la foglia lavorare fino a completo assorbimento della farina con i liquidi.

Sostituire la foglia con il gancio, aggiungere il sale e l’olio poco per volta lasciando che venga ben assorbito nell'impasto e lavorare l'impasto fino a che si stacchera' dalle pareti della planetaria.

Lasciar riposare l'impasto in ciotola per 15 minuti coperto con un panno di cotone. 

Ribaltare l’impasto sul piano di lavoro,  fare delle pieghe a tre  per due volte a distanza di 15 minuti, pirlare e mettere in ciotola leggermente oleata.

Lasciar lievitare fino al raddoppio.



Ribaltare l'impasto in una teglia rotonda del diametro di 35 cm, unta con dell'olio d'oliva, e lasciarlo riposare 10 minuti.

Stendere poi l'impasto allargandolo poco per volta con i polpastrelli cercando di non sgonfiarlo troppo.

Coprire con pellicola e lasciar lievitare ancora 2 ore.



In un padellino mettere un filo di olio d'oliva e le due cipolle tagliate a fettine sottili, lasciar imbiondire bene le cipolle e lasciare da parte.

Formare con le dita le classiche fossette sulla superficie della focaccia, aggiungere con un cucchiaio le cipolle imbiondite e cuocere in forno a 200º per circa 20 minuti nella parte bassa del forno e 10 minuti nella parte centrale.

Se si volesse la focaccia piu' croccante aumentare di qualche minuto la cottura nella parte centrale del forno e mettere un foglio d'alluminio sulla superficie per non far bruciare troppo le cipolle.



Wednesday, December 12, 2018

SPOSA MODELLO DI DICEMBRE '18








Sposa mese di dicembre 2018

Gonna in seta lucida bianca con sopragonna in tulle morbido bianco, cinturina alta, allacciata dietro con bottoncino automatico.

Golfino in lana alpaca bianca lavorata ai ferri a maglia rasata,  maniche a tre quarti bordati in visone bianco, collo a barchetta, scollato, bordato con visone bianco.

Sottogonna in tulle rigido bianco a piu' strati, con elastico bianco in vita.

Cupolina in alpaca bianca lavorata ai ferri a punto coste 1/1, guarnita con fiorellino in tessuto bianco e perla bianca.

Stola in alpaca bianca lavorata a ferri a maglia rasata.

Calze in tulle bianco elasticizzato, bordate con elastico in tinta.

Orecchini di perle bianche.

Girocollo rigido in acciaio e perle bianche.

Bouquet di fiori bianchi.

GNOCCHI DI RICOTTA CREMA DI ZUCCHINE E PANCETTA CROCCANTE

Gli gnocchi di ricotta sono un'alternativa ai gnocchi di patate; facilissimi da preparare si preparano in pochi minuti e grazie al loro sapore delicato si prestano a molti condimenti. Oggi ho pensato di adagiarli su un letto di crema di zucchine, e condirli con dell'olio d'oliva a crudo, julienne di zucchine pancetta croccante, grana grattugiato e una passata di pepe nero macinato al momento.


Ingredienti per 4 persone

250 g ricotta di latte vaccino
100 g farina bianca
  50 g parmigiano grattugiato
  30 g albume d'uovo
1 uovo intero
1 pizzico di noce moscata
1 pizzico di sale

Ingredienti per il condimento

2 zucchine
50 g pancetta tagliata a pezzettini
1 scalogno
2 cucchiai di grana grattugiato
sale e pepe q.b.
olio d'oliva q.b.


Esecuzione

Raccogliere la ricotta passata al setaccio in una ciotola, aggiungere il resto degli ingredienti e impastare e, con le mani, formare gli gnocchi con la forma affusolata.

Rosolare uno scalogno in poco olio, aggiungere le zucchine tagliate a julienne, sale e pepe e cuocere solo per 5 minuti.

Frullare le zucchine fino a ridurle in salsa lasciandone da parte un paio di cucchiai per aggiungere alla fine.

Lessare in acqua bollente e salata gli gnocchi finche' non affioreranno, scolarli con una schiumarola e rotolarli in poco olio d'oliva a crudo.

Mettere sul fondo del piatto due cucchiai di crema di zucchine bella calda, disporvi sopra i gnocchi, guarnire con parmigiano grattugiato, un poco di julienne di zucchine e della pancetta dopo averla resa croccante cuocendola in una padella rovente per 5 minuti.

Aggiungere ancora un filo di olio d'oliva, e una macinata di pepe nero.

Servire ben caldo.



Ricetta inserita nella vetrina de I Magnifici 10 nel gruppo Chef Per Caso


Tuesday, December 11, 2018

BISCOTTINI - STELLE DI GRANO SARACENO SPEZIATE

Preparati per la notte di Santa Lucia queste stelle di grano saraceno speziate sono volate via insieme alla Santa in una notte sola! Buoni, buoni, dal gusto intenso e profumato, veloci sia da fare che da consumare..eh, si...uno tira l'altro.



Ingredienti per circa 30 Stelle

200  g farina di grano saraceno
100  g farina di tipo 2
 80  g zucchero 
 50 ml olio di semi
latte q.b.
1 cucchiaino di miele
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico delle seguenti spezie
cannella, cardamomo, zenzero
1 grattugiata di noce moscata
1 chiodo di garofano sbriciolato
ghiaccia reale q.b. (qui per la ricetta)

Esecuzione

In una ciotola unire le due farine, lievito, zucchero, le spezie e il pizzico di sale,
amalgamare bene, aggiungere olio, miele, e aggiungere poco per volta del latte fino ad ottenere un panetto omogeneo e non appiccicoso.

Stendere la frolla con il mattarello tra due fogli di carta forno, ottenendo un rettangolo alto circa 1 cm. 

Ricavare dei biscotti con un tagliabiscotti a forma di stella.

Adagiare i biscotti sulla placca del forno, ricoperta da carta forno e infornare a 170º per 20 minuti.

Lasciare raffreddare i biscotti sulla placca del forno.

Guarnirli con della ghiaccia reale.



GNOCCHETTI DI GRANO SARACENO E FONDUTA DI FORMAGGI

Se volete realizzare un piatto per le cene delle festivita' che non sia difficile nella sua preparazione vi invito a provare questi gnocchetti di patate e farina di grano saraceno su fonduta di formaggi.
Un primo piatto ricco, corposo e rustico dal sapore eccezionale.




Ingredienti per 4 persone

Ingredienti per l'impasto degli gnocchi

150 g farina di grano saraceno
2 patate lesse
1 uovo
1 pizzico di sale

Ingredienti per il condimento

100 g gorgonzola piccante
  50 g fontina
3 cucchiai di panna da cucina


Esecuzione

Versare le farine in una ciotola, aggiungere le patate schiacciate con lo schiacciapatate, l'uovo e mescolare fino ad ottenere un panetto omogeneo, morbido e non appiccicoso.

Coprire l'impasto con pellicola e lasciarlo riposare a temperatura ambiente per mezz'ora.

Ricavare dall'impasto dei rotolini del diametro di 2 cm circa e tagliarli in gnocchetti larghi un cm.

Passarli nella farina di grano saraceno e cuocerli in acqua salata per pochi minuti, fino a che verranno a galla.

Nel frattempo far sciogliere i formaggi con la panna in un padellino e quando saranno sciolti completamente aggiungere i gnocchetti appena scolati.


Impiattare e aggiungere del pepe in grani grattugiato.

Servire ben caldo.

INSALATA DI MARE

Un antipasto a base di frutti di mare bolliti e saltati in padella. Calamari, seppioline, moscardini, polipetti, vongole, gamberi e gamberetti...ottimi con l'aggiunta di patate saltate in padella, falde di pomodori sott'olio, e capperi dissalati...e per finire una spolverata di pepe nero grattugiato al momento.



Ingredienti per 4 persone

200 g code di gamberi
200 g polipetti o moscardini
300 g vongole veraci
300 g seppie o calamari
1 carota
1 costa di sedano
1 patata
mezzo limone
4 falde di pomodori sott'olio
6 capperi dissalati
1 cespo di indivia tagliata sottile



Esecuzione

Pulire in modo accurato il pesce.

In una pentola mettere abbondante acqua, carota, sedano, patata, 2 foglie d'alloro e portare ad ebollizione.

Tuffare nel brodo vegetale le seppioline, i calamari tagliati ad anelli e cuocere per circa pochi minuti, scolarli e metterli da parte.

Nello stesso brodo cuocere i gamberi per un paio di minuti, scolare e unirli al resto del pesce.

In una padella molto calda mettere un filo d'olio, la patata tagliata a cubetti, lasciar cuocere qualche minuto, aggiungere il pesce e lasciar cuocere ancora un paio di minuti.

In altra padella molto calda, con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio, far cuocere le vongole per un paio di minuti, fino a che si apriranno, sgusciarle ed aggiungerle al resto del pesce.

Un minuto prima di togliere dal fuoco aggiungere i capperi dissalati, le falde di pomodoro tagliate a pezzettini e la scarola tagliata a julienne.

Aggiustare di sale e pepe, impiattare e aggiungere un poco di olio d'oliva a crudo.

Servire con qualche goccia di maionese o salsa cocktail.


Una variante alla ricetta e' quella di aggiungere alla base del piatto della crema di patate viola o altra crema di verdure e servirla calda.




Ricetta inserita nella rubrica de "I magnifici 4 antipasti del giorno" sul gruppo Medirraneo Gourmet


Ricetta inserita nella rubrica de "I Magnifici 10 piatti del giorno" nel gruppo Chef Per Caso


Monday, December 10, 2018

PANE CON FARINA DI GRANO SARACENO

Non c'e' niente di piu' sano e nutriente di una fetta di pane preparato con farina di grano saraceno, soprattutto se fatto con le nostre mani. Un pane dalla consistenza e dal gusto particolare, un pane rustico ottimo per accompagnare minestre e vellutate nelle fredde sere invernali, affettati e formaggi, zuppe di pesce. Con la colazione del mattino niente bastera' spalmare del buon burro e delle marmellate ai frutti di bosco sempre preparate in casa.


Ingredienti 

250 g farina di grano saraceno
200 g farina di tipo 2
100 g lievito madre liquido rinfrescato
350 ml acqua tiepida
  20 ml olio d'oliva
  10 g sale

Per chi utilizza pasta madre solida:
150 g lievito rinfrescato da 3 ore, 250 g farina di segale e 150 di farina tipo 2, resto degli ingredienti invariato.


Per chi utilizza lievito di birra:
fresco: 3 g lievito
secco : 1 g lievito
Il resto degli ingredienti resta invariato.
Per il lievito di birra, mescolare in una ciotolina il lievito a 50 g di farina di tipo 2 e 50 g di acqua presi dal totale, mescolare bene fino ad ottenere una sorta di cremina, coprire con pellicola trasparente, praticare un piccolo foro e lasciare riposare per un paio d'ore. Il poolish sara' pronto quando in superficie si formeranno tante piccole bollicine e al centro si formera' un piccolo cedimento.
Quando il poolish sara' pronto si potra' procedere come da ricetta.



Esecuzione

In una ciotola sciogliere il lievito nell'acqua usando una forchetta o fruste da cucina fino ad ottenere una fitta schiuma in superficie.

Azionare la planetaria con la foglia, aggiungere le due farine miscelate fra loro e lavorare fino a che i liquidi saranno completamente assorbiti.

Sostituire la foglia con il gancio e lavorare per qualche minuto aggiungendo l'olio a filo e quando sara' assorbito aggiungere il sale, e lavorare l'impasto fino a che le pareti della planetaria resteranno pulite e fino ad avere un impasto morbido ed elastico. 

Lasciar riposare l'impasto in ciotola coperto con pellicola o panno umido per 30 minuti.

Ribaltare l'impasto sul piano di lavoro, fare due giri di pieghe a libro ogni 30 minuti tenendo coperto l'impasto con la ciotola tra una piega e l'altra.

Sigillare l'impasto in una ciotola leggermente unta d'olio e lasciar lievitare al raddoppio.



Ribaltare l'impasto sul piano di lavoro, allargarlo leggermente e senza sgonfiarlo fare delle pieghe a libro, e pirlarlo di nuovo.  

Mettere l'impasto con la chiusura verso l'alto in un panno ben infarinato, infarinare la superficie, richiudere il panno e mettere il tutto nel cestino di lievitazione.

Chiudere infine il cestino in un sacchetto per alimenti e mettere in frigorifero per 12 ore.


Scaldare il forno a 240º con un pentolino di acqua all'interno. 

Rovesciare delicatamente il pane sulla placca del forno cosparsa di farina e infornare per dieci minuti a 240º,  dieci minuti a 220º.

Togliere il pentolino con l'acqua e cuocere per venti minuti a 200º, dieci minuti a 180º. 

Appoggiare nella parete del forno il pane in verticale e lasciare cuocere a 150º per un quarto d'ora con spiffero.

Togliere il pane e lasciarlo raffreddare completamente appoggiato verticalmente a una parete.