xmlns:og='http://ogp.me/ns#' Non di solo pane...: CROSTATA GOLOSA ALLE MELE

Friday, March 23, 2018

CROSTATA GOLOSA ALLE MELE

Il profumo inebriante di questo dolce fragrante, avvolge tutta la casa. Un mix tra una torta di mele, una  crostata e uno strudel. 
La friabilita' della frolla armonizza perfettamente con il ripieno goloso e morbido delle mele.



Ingredienti per la frolla

300  g farina bianca
100  g burro freddo
120  g zucchero
2 uova
scorza grattugiata di un limone



Ingredienti per la farcitura

4 mele
  50  g pinoli
  50  g uvetta
100 g marmellata d'albicocche
2 cucchiai di zucchero
  10  g di burro



Esecuzione

In una terrina amalgamare il burro con la farina setacciata e lo zucchero.

Unire le uova sbattute leggermente in precedenza con una forchetta.

Impastare velocemente fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo e non appiccicoso, dividerla in due parti uguali, formare una palla e metterla a riposare in frigorifero per un'ora, coperta con pellicola da cucina.

Sbucciare le mele, tagliarle in piccoli pezzi e metterle in una pentola con lo zucchero e la noce di burro, l'uvetta, meta' dose di pinoli e far cuocere fino a che le mele risulteranno morbide.

Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.

Imburrare ed infarinare uno stampo da crostata rotondo del diametro di 24 cm.

Togliere la frolla dal frigorifero, stendere una meta' in uno strato di circa 1 cm e ricoprire lo stampo.

Ritagliare l'eccesso, ricoprire il fondo con la marmellata, distribuire uniformemente la farcitura e sbriciolare sulla superficie l'altra meta' della frolla, aggiungere infine il resto dei pinoli.



Infornare a 180º per 50 minuti.



Sfornare la crostata, lasciarla raffreddare prima di toglierla dallo stampo.



Cospargere la crostata con zucchero a velo. 






Ricetta selezionata come miglior merenda del giorno, nel gruppo Chef & Maitre

2 comments:

  1. Effettivamente hai ragione Patrizia cara e' un bel mix di torta di mela , da provare senz'altro . Complimenti bellissima presentazione! Dolce notte, Giulia

    ReplyDelete